LUNEDÌ 18 FEBBRAIO 2019
   
Il Museo archeologico di Ascoli Satriano
La sezione numismatica


a cura di
Aldo Siciliano
EUR 2,58
acquista libro

La ricomposizione della collezione “Pasquale Rosario” restituisce unità ad una raccolta archeologica di grande pregio non solo per la qualità dei suoi reperti, ma soprattutto per lo spaccato dell’archeologia ascolana che essa conserva in un continum che dal IX scolo a.C. giunge sino all’età medievale.
I materiali archeologici raccolti negli anni da Pasquale Rosario, ascolano, veterinario e Ispettore dei Monumenti e degli Scavi di Antichità, costituirono il museo cittadino da lui donati al Comune già nel 1899, nel tempo sottoposto a numerosi furti sino al trasferimento dei reperti a Foggia avvenuto nel 1980.
Dallo stesso Roario, nel 1921, numerosi materiali erano stati donati al R. Museo Archeologico di Taranto, mentre altri erano già stati acquistati per il museo di Bari nel 1900.
L’importante raccolta, della quale si è ricostituita pressochè l’originaria composizione, anticipa gli itinerari di visita e di approfondimento del prossimo allestimento del Museo Archeologico di Ascoli Satriano. In essa la sezione numismatica, miracolosamente sopravvissuta ai ripetutti saccheggi, offre l’occasione per un percorso nella storia della moneta antica all’interno del quale si inserisce anche la zecca locale attiva in epoca preromana. Aspetti storici e culturali salienti dell’antico insediamento di Ausculum, colti in anni più recenti attraverso scavi e ricerche sistematiche, risultano ben documentati attraverso il materiale della raccolta di P. Rosario che lascia ancora oggi aperti nuovi importanti orizzonti di studio.

dalla presentazione di Marina Mazzei
Dettagli
Formato: cm 12x22
Pagine: 12
Illustrazioni: 5 in bianco e nero
ISBN: 88-8431-028-8
Anno di pubblicazione: 1997

Argomenti:  Archeologia  Numismatica  

Facebook Twitter
 
Il Carrello è Vuoto.