MERCOLEDÌ 24 APRILE 2019
   
Antonio Natale. Valori migranti


a cura di
Guido Pensato
EUR 30,00
acquista libro

In questa mostra – “Valori Migranti” – Antonio Natale utilizza come supporto fisico delle opere e degli interventi banconote fuori corso di tutti i paesi del mondo. Gli è capitato di riflettere sull’uso che spesso si fa della moneta cartacea come veicolo di messaggi scritti e disegnati, il cui destino e la cui destinazione sono consegnati alla sublime e anonima casualità degli scambi, degli incontri; e ha deciso di costituirla in pratica comunicativa, espressiva e artistica formalizzata e propria.
Accade, perciò, che l’arte rigeneri, rinnovi, ripristini e potenzi il valore e la funzione propri delle banconote (e delle opere d’arte), quali veicoli della comunicazione, strumenti della relazione: tra uomini, beni, bisogni, sogni. Soprattutto di quelle monete fuori corso, che sono veri e propri depositi – per chi sa vedere e ascoltare – di storie, di relazioni, di sensazioni, di progetti, che l’immaginazione si incarica di portare alla luce e raccontare. Se, come in questo caso, nell’occasione di questa mostra, le storie che l’artista racconta e illustra – accanto a quelle attinte alla storia e all’attualità, alla cultura, all’immaginario e alla mitologia, attuali e contemporanei, di paesi i più diversi e lontani – appartengono soprattutto alle vicende, ai ricordi, ai racconti legati alla storia dell’emigrazione italiana nel mondo, le opere che ne risultano acquistano una densità, perfino informativa e documentaria, ma soprattutto immaginativa, evocativa, artistica: straordinaria e sorprendente, perché ogni messa in scena si realizza in uno spazio materiale e oggettuale di dimensioni ridotte, quasi di moderna miniatura.
Ed è qui che si verifica il miracolo di un pezzo di carta che ha smesso di circolare e, sotto l’egida dell’arte, si rimette in moto e racconta storie e vicende per antonomasia legate all’andare, al muoversi, al trasferirsi, al vivere altrove.
Antonio Natale, artista migrante egli stesso, in giro per il mondo alla ricerca di beni preziosi, essenziali per un poeta, per un artista “affamato” di esperienze, di suggestioni, di linguaggi e cifre espressive innovative, di mondi reali e immaginari ripercorre le tante storie ascoltate e lette o semplicemente suggerite dalle immagini delle banconote, conducendole sulla strada misteriosa e affascinante dell’arte, della creatività, dell’invenzione; e, per questa via, tutto riporta alla memoria e scopre: per sé e per noi, per quanti di quelle storie sono stati in qualche modo protagonisti o spettatori lontani, nello spazio e nel tempo.

In this exhibition – “Valori Migranti” – Antonio Natale uses out-of-circulation banknotes from all around the world as the physical support for his work. Pondering over the use of paper money as a vehicle of written and illustrated messages, which are destined to sublime and anonymous exchanges and meetings, he decided to make up his own original communicative, expressive and artistic dossier.

The art regenerates, renovates, restores and strengthens the value and individual function of the banknotes (and works of art), which stand as vehicles of communication and instruments of relationships between men, heritage, needs and dreams. Above all, the out-of-circulation banknotes, which for those who see and listen are deposits of history, relationships, sensations and projects, are brought to life and tell their own story through the imagination.
On the occasion of this exhibition, the history that the artist describes and illustratesn – drawn on history and current events, culture, imagination and mythology of the many far-away countries – is part of the events, memories and tales linked to the history of Italian emigration throughout the world. For this reason, the works of art take on an informative and documentary density, but above all, an imaginative, evocative and artistic density: extraordinary and surprising, because each scene depicts, in a small material space, a modern miniature.

It is here that we see the miracle of a simple piece of paper that is out of circulation. Art once again sets it in motion, re-telling history and events par excellence linked to going, moving and living elsewhere. Antonio Natale, a globetrotting artist himself, who travels the world in search of precious goods essential for an artist “hungry” for experience, suggestions, language and innovative expression from the real and imaginative world, retraces the many stories of history through his illustrations on the banknotes. Moving along a mysterious and fascinating road of art, of creativity and of invention, the history is related to memory and discovery: to how many of these stories have been in someway protagonists or far-away spectators in space and time.

Dettagli
Formato: cm 24x31
Pagine: 64
Illustrazioni: 102 a colori
ISBN: 978-88-8431-232-7
Anno di pubblicazione: 2007

Argomenti:  Arte moderna e contemporanea    

Facebook Twitter
 
Il Carrello è Vuoto.