MERCOLEDÌ 7 DICEMBRE 2022
   
Francesca Di Gioia


È docente di Storia dell’Arte Moderna all’Accademia di Belle Arti di Foggia, già docente presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia e docente a contratto all’Università degli Studi di Foggia. Si è laureata cum laude in Conservazione dei Beni Culturali all’Università “S. Orsola Benincasa” di Napoli ed ha conseguito il Diploma in Biblioteconomia presso la Biblioteca Apostolica Vaticana; già ricercatrice indipendente della Fondazione Cini di Venezia, ha dato alle stampe diversi studi e ricerche di natura storico-artistica e il volume monografico Andrea Meldola fecit. Le stampe di Andrea Schiavone nelle collezioni romane con la presentazione del Cardinal Ravasi (Gangemi Editore, Roma 2015). Giornalista pubblicista, è autrice di articoli pubblicati su riviste specialistiche tra le quali Artedossier.  Nel 2014 ha ricevuto la Menzione speciale al Premio Internazionale Letterario Casentino (sezione inediti) per il romanzo storico La Leonessa lasciva, suo debutto nella narrativa (GalassiArte, 2015). È autrice di due monologhi teatrali ispirati alla vita di Michelangelo Merisi da Caravaggio MicH A El! e di Raffaello Sanzio Rerum magna parens ed è presente per due anni di seguito alla selezione finale del Premio letterario LuccaAutori; con il racconto inedito Kore e la legenda del Lago degli Idoli è stata nella rosa dei finalisti del Premio Firenze (Premiazione Salone dei Cinquecento-Palazzo Medici Riccardi, dicembre 2017). Il romanzo Note d’Arsenico è la sua seconda fatica letteraria.


[ 2022 ]



Stefano Argyrou      
a cura di
Francesca Di Gioia      
40 pagine
illustrazioni: 27 tavole a colori
978-88-8431-545-8
2013
EUR 18,00
acquista libro
Acquistabile su Amazon
Francesca Di Gioia      
248 pagine
978-88-8431-794-0
2022
Acquistabile su Amazon
Il Carrello è Vuoto.