DOMENICA 23 FEBBRAIO 2020
   
Dionisio Morlacco

Socio ordinario della Società di Storia Patria per la Puglia, è impegnato in studi e ricerche che illustrano figure, aspetti e momenti del vario e plurisecolare patrimonio di storia e di civiltà della città di Lucera. Nella sua ampia bibliografia, oltre alla collaborazione a giornali e riviste di ambito locale (Dimensione, Il Centro-Giornale di Lucera, la Capitanata, ecc.) e nazionale (Archivio Storico Pugliese, Rassegna Storica del Risorgimento), si evidenzia la pubblicazione di saggi e monografie di argomento storico e di recupero delle tradizioni locali, che, se pur si ascrivono al filone della cosiddetta “storia minore” (Chi campa, vede, 1987, Le mura e le porte di Lucera, 1987; La Villa Comunale-Lucera e i terremoti, 1988, Fiere e mercati a Lucera, 1988; Pozzi cisterne e spacci per la sete di Lucera, 1991; Bazar Tripoli, 1994; Tempo e luoghi del Padre Maestro, 2008), pur sempre costituiscono il substrato indispensabile della grande storia, alla quale più direttamente egli perviene con gli accurati profili biografici dei Parlamentari lucerini (dal Regno d’Italia alla Repubblica). A questa sua passione di ricerca storica si devono anche gli interessanti volumi Dimore gentilizie e strutture pubbliche a Lucera (2 volumi, Claudio Grenzi Editore, Foggia 2005 e 2010) e Quei nomi di pietra. Toponomastica della città di Lucera (Claudio Grenzi Editore, Foggia 2012), egregiamente illustrati dall’arte fotografica di Mario Carrozzino, mentre dalla sua esperienza di insegnante trae origine questo Dizionario del dialetto di Lucera.

(2015)



184 pagine
illustrazioni: 279 a colori, 191 in bianco e nero
cartonato
978-88-8431-240-2
2007
EUR 48,00
acquista libro
208 pagine
illustrazioni: 578 a colori
cartonato
978-88-8431-402-4
2010
EUR 50,00
acquista libro
Dionisio Morlacco      
896 pagine
978-88-8431-598-4
2015
EUR 49,00
acquista libro
Dionisio Morlacco      
384 pagine
illustrazioni: 17 a colori, 401 in bianco e nero
978-88-8431-478-9
2012
EUR 34,00
acquista libro
Il Carrello è Vuoto.